Martina. 1995. Roma. Nata in un giorno di Settembre, in una valle di speranze e promesse. Sono la conseguenza dei mie pensieri e delle mie azioni, e oltre l'immaginazione, oltre la mia testa, le mani, lascio un segno a tutte le persone che incontro. Cerco di arrivare alla fine senza aver più niente rotto in mille pezzi. Amo la primavera, l'amore, i film, le coperte, i libri e le fotografie. La musica mi ha salvato tante volte, forse troppe. Sogno di vivere nel quartiere di Notting Hill e di incontrare come Julia Roberts il mio Hugh Grant in una libreria. Se siete curiosi, domandatemi tutto ciò che volete, sarò più che felice di rispondervi. "Essere pioggia non è facile. Devi concederti solo alle terre che hanno bisogno di te, altrimenti allaghi."

bolladineve asked: 23, è un libro che acquistai per puro caso, ma mi rispecchia troppo, la sola differenza? Hannah si è suicidata, io sono ancora qui.

e continuerai ad essere qui.

"I don’t think of all the misery, but of the beauty that still remains.”
Anne FrankThe Diary of a Young Girl (via feellng)
"Gli era parso opportuno, nella circostanza, mettere tra sé e il mondo una certa distanza.”
— Alessandro Baricco (via duegennaioduemiladodici)
"E anche se non ci parlavamo, io continuavo a parlare di te.”
Eva Cazziolato (via quelmareciavevafregato)
"Vivo tra attacchi d’ansia e attacchi di vuoto”
— Bucha (via solainunmarediniente)
"Tu pensami quando il cellulare non ha campo.
Quando sono via da una vita e ti manco.”
— Guè. (via pesantecomeunalibellula)
the-littlest-leaf asked: Noi siamo infinito. Sono io. Io, io e ancora io. Tutto mi ricorda di me, della mia vita. E mi piacerebbe avere un lieto fine, trovare quello che trova Charlie, Logan Lerman. Non so se sarà così per sempre...

-

Descrivi la tua vita col titolo di un film.

©