Martina. 1995. Roma.
Nata in un giorno di Settembre, in una valle di speranze e promesse.
Sono la conseguenza dei mie pensieri e delle mie azioni, e oltre l'immaginazione, oltre la mia testa, le mani, lascio un segno a tutte le persone che incontro. Cerco di arrivare alla fine senza aver più niente rotto in mille pezzi.
Amo la primavera, l'amore, i film, le coperte, i libri e le fotografie. La musica mi ha salvato tante volte, forse troppe. Sogno di vivere nel quartiere di Notting Hill e di incontrare come Julia Roberts il mio Hugh Grant in una libreria.
Se siete curiosi, domandatemi tutto ciò che volete, sarò più che felice di rispondervi.

"Essere pioggia non è facile. Devi concederti solo alle terre che hanno bisogno di te, altrimenti allaghi."

Sentirsi a disagio ogni volta che una persona ti guarda negli occhi.

"Ho costruito la fortezza del mio carattere con tutti i mattoni che mi hanno tirato addosso.”
Subdolamente (via monick)
Anonimo asked: Se tu pubblicassi una foto completamente nuda, sti anon non scasserebbero così tanto le palle. Per un paio di tette, su! Andate a guardare uomini e donne e cose simili va, invece di romperle i coglioni.

esattamente!
ripeto è solo invidia. ti abbraccio anon.

mi ha scritto “ho voglia di baciarti senza se, senza ma e senza un perché. ho semplicemente voglia di baciarti”.
io ste cose non le sento dagli anni di Cristo, ormai c’avevo perso le speranze. e ora non devo crederci, non voglio crederci che poi mi costruisco castelli in aria. E si sa, senza fondamenta non si va da nessuna parte.

Anonimo asked: Sei stupenda!!

🙏 grazie! :)

birdsneedtoflyhigh asked: Mi spieghi, che problemi hanno contro di te?

mentali, sicuro.
ma poi bho, sfido chiunque ad avere un seno come il mio e non mostrarlo.
nel bene o nel male, l’importante è che se ne parli.
ciao cara! :)

aldisopradelrumore asked: In poche parole vogliono che tu vada in giro e ti faccia foto con il burqa perché son gelose del fatto che tu abbia un seno prosperoso e loro no. Ma che cazzo ti frega, nemmeno fossero tua madre.

esattamente, ma tanto non è che se mi insultano mi metto a piangere e non mostro più le tette. anzi, lo faccio il doppio delle volte! l’invidia è brutta.
grazie per la comprensione tesoro!

Anonimo asked: Visto che noi non ci mettiamo la faccia fa na cosa : mettici le tette e stiamo pari.

simpatico

©